Il PoloDigitale sbarca in Toscana, grazie all’operazione di acquisizione della maggioranza di Marte5 di cui deteneva già il 20% tramite la holding FFH.

La holding FFH, che controlla anche Seven ITCyberland e partecipa in Matrix Media, ha così assunto l’80% del capitale sociale di Marte 5, azienda in crescita nel territorio di Cecina e Livorno e specializzata nella realizzazione di progetti legati alla realtà virtuale e realtà aumentata. Resta confermato nel ruolo di amministratore delegato Antonio Laudazi.


Siamo orgogliosi - dice Nicola Boni, amministratore delegato della holding FFH - di aver concluso in modo positivo un’operazione alla quale stavamo lavorando da diversi mesi. Un’operazione che ci permette di guardare al futuro con nuove prospettive. Per la prima volta il nostro orizzonte si allarga in modo concreto al di là dei confini dell’Emilia-Romagna”.


Le due realtà imprenditoriali, coordinate nell’ultima operazione societaria dalla consulenza dello Studio PPI&Partners di Reggio Emilia, sono già passate alla fase operativa.
Dall’headquarter del PoloDigitale di via Gilioli Valle a Reggio Emilia, sono già partiti i primi investimenti: “Vogliamo crescere - sottolinea Boni - e per farlo abbiamo individuato le prime due, ma fondamentali mosse. Stiamo lavorando per cercare una nuova sede per Marte 5, sondando il territorio per trovare altre realtà legate al mondo del digitale in modo tale da replicare il modello del PoloDigitale anche in Toscana. In più siamo alla ricerca di personale per poter potenziare la nostra offerta”.
Un modello imprenditoriale che segue una vision ben precisa. “Il nostro obiettivo - conclude Boni - è investire nelle professionalità. Per poter raggiungere un traguardo così ambizioso abbiamo deciso di mettere nelle condizioni tutti i collaboratori di vivere in un ambiente di lavoro a misura di professionista. Ed è quello che proveremo a fare anche in Toscana. E lo faremo mettendo in campo le nostre idee: creare ambienti nei quali la condivisione del pensiero dei colleghi è al centro di ogni progetto”.