5 consigli per un'infrastruttura IT scalabile


02/09/2021

5 consigli per un'infrastruttura IT scalabile

Nonostante la pandemia, i dati mostrano che le imprese si stanno moltiplicando sempre di più. Ad esempio, U.S. Business Formations Statistics (BFS) riporta che nel 2020 si è registrato un aumento del 24% nelle nuove business application rispetto all’anno precedente. 

Per quanto mettere in piedi una nuova azienda ponga gli investitori davanti alle solite sfide, al giorno d’oggi serve uno sforzo in più. Come sappiamo, il modo di lavorare è cambiato molto negli ultimi due anni e, se si vuole ottenere e guidare la crescita, occorre riconsiderare la divisione IT della propria azienda. 

Per le aziende che vogliono crescere in questa “nuova normalità” sono indispensabili delle fondamenta IT solide ma scalabili, tanto pronte a fronteggiare le minacce informatiche quanto in grado di supportare in qualsiasi momento le risorse smart working. 

Gli IT Manager spesso manipolano un patchwork di soluzioni per mantenere i dipendenti al sicuro ed abili al lavoro. Questo è particolarmente vero per le grandi e medie imprese, dove le risorse possono essere gestite per accogliere nuovi dipendenti. Per le aziende più piccole non è invece raro gestire i dipendenti e il loro accesso tra applicazioni, sistemi e server ancora attraverso semplici spreadsheet di registrazione e utilizzando i soliti vecchi sistemi, inadatti a rispondere alle nuove ed imminenti sfide. 

La gestione dei sistemi in un contesto smart o ibrido può essere un nuovo problema da risolvere. Per farlo, serviranno risorse aziendali impegnate nel più efficiente dei modi. La mancata omogeneità in questi casi è assolutamente deleteria e l’impiego di un'infrastruttura IT poco integrata può portare a diversi problemi operativi e di sicurezza. 

Anche internet in questo caso può diventare un problema. Gli utenti si connettono da qualunque luogo, sia esso l’ufficio, la propria abitazione o un locale qualsiasi con il wi-fi.  

Attraverso tutti questi fronti disgiunti, i dipendenti spesso incontrano inutili attriti per concludere il proprio lavoro. Dall’altra parte i team IT che supervisionano il sono spesso alle prese con tecnologie non al passo con i tempi, con la quale non possono accompagnare la crescita del business.  

Un’infrastruttura IT flessibile e scalabile è fondamentale per alleviare l’onere tecnologico che molti amministratori attualmente sperimentano, aiutandoli a soddisfare le esigenze di business di domani.  

Ecco 5 metodi per ridurre al minimo i mal di testa e aiutare le iniziative di crescita della vostra azienda. 

 

1) Ampliare la base di conoscenze 

Un elemento spesso trascurato dell’IT è quanto sia centrale la conoscenza aziendale e di come le organizzazioni più vulnerabili non si preoccupino del suo stoccaggio e condivisione. In una sola frase: il trasferimento delle conoscenze è fondamentale. 

Finché si tratta di un piccolo reparto IT in cui i dipendenti sono da anni in azienda la capacità di condividere le informazioni e garantire la coerenza è molto elevata. Ma se si passa da 10, 20 o anche 100 collaboratori, la condivisione della conoscenza diventa molto più complicata e contemporaneamente più importante.  

Per eliminare questo rischio, incoraggia i tuoi team a formarsi a vicenda, documentando i propri processi. 

 

2) Avviare l’automazione 

Agli inizi l’automazione è meno fondamentale perché ci sono meno persone nell’organizzazione e anche meno compiti da svolgere. Nel corso del tempo però la situazione può cambiare, ed è in questi casi che l’automazione si fa più importante.  

L’automazione non porta solo vantaggi in termini di risparmio sui costi, ma anche una grossa riduzione nella possibilità di errori e una sensibile diminuzione dei rischi di sicurezza.  

Il suggerimento migliore qui è iniziare in piccolo, scegliendo un’area chiave e laboriosa per il tuo team che può anche essere automatizzata. Se la cosa funziona e mostra dei vantaggi effettivi allora si può pensare di applicarla ad altre aree. 

 

3) Centralizzare la tecnologia e approfondire dove necessario 

I provider tecnologici possono offrire diverse soluzioni per aumentare la loro singola capacità e portata, ma c’è un costo elevato per trovare un nuovo strumento per ogni nuovo problema che si pone. Tra questi le criticità maggiori sono sicuramente formazione, integrazione, gestione e costi in generale. 

Cerca piattaforme sulla cui la tua organizzazione può scalare con facilità. Questo aiuterà a mantenere la tua organizzazione snella e pronta. 

 

4) Sfruttare il cloud 

Non ci è voluto molto perché gli amministratori IT si accorgessero che le soluzioni basate sul cloud potrebbero eliminare i costi e le complessità associate alle alternative on-premise. Anche con la complicità dell’incertezza creata dalla pandemia, la spesa nel cloud è stata una delle poche aree IT che non hanno mai smesso di crescere. 

Per le aziende che vogliono scalare, spostare il proprio toolset di gestione sul cloud è la soluzione più ovvia: maggiore innovazione e costi a lungo termine ridotti. 

 

5) Incorporare la sicurezza in anticipo 

Il mondo della sicurezza digitale è cambiato. Gli attacchi alla supply chain sono un presagio di un nuovo livello di rischio per la sicurezza, in cui le organizzazioni informatiche sono in prima linea. Con il lavoro da remoto e il passaggio al cloud gli amministratori IT ora dovranno gestire – e proteggere – un'azienda domain-less. 

Per risolvere queste sfide è necessario sapere (e controllare) chi ha accesso alle risorse aziendali, questo perché l’accesso non intenzionale è di gran lunga il primo modo con la quale le organizzazioni possono essere compromesse. La concessione e revoca dei privilegi d’accesso dovrebbe essere radicata in una posizione zero-trust, che limita l’accesso solo a coloro che hanno bisogno e può immediatamente rimuovere gli utenti e negare l’accesso al momento dell’uscita dei dipendenti. 

 

In generale, scalare un’organizzazione IT in un mondo in cui il successo di un business è determinato da quanto sfrutta la tecnologia digitale è un’operazione centrale ma anche complessa.  

La buona notizia è che i team IT non hanno mai avuto così tante opzioni a disposizione.  L’unica cosa che occorre ricordare in questi casi è che la crescita esponenziale del digitale non deve significare complicazioni, ma al contrario una nuova era di semplicità per chi gestisce le tecnologie. 

 

Ascolta il Polo Podcast e scopri Nutanix, il software che colma il divario tra cloud privato e pubblico.