Salesforce sceglie il lavoro ibrido


11/10/2021

Salesforce sceglie il lavoro ibrido

Il lavoro a distanza come modello predefinito per l’organizzazione: così ha deciso il CEO di Salesforce Marc Benioff. La notizia non è di poco conto, dato che solo tre anni fa l'azienda di software si era trasferita nella torre aziendale a San Francisco, centro nevralgico delle operazioni con una forza lavoro di 75.000 persone. 

"Mi dispiace per i miei amici e colleghi, ma non torneremo tutti in azienda" - ha ribadito Benioff a Dreamforce 2021“Oggi, i dipendenti sono per lo più a casa - e va bene così". 

La sua azienda sta investendo, al contrario di altre industrie concorrenti e non, in spazi di lavoro immersivi, in cui i dipendenti si recheranno solo per riunioni, sessioni di formazione ed eventi speciali, mentre la quotidianità lavorativa resterà relegata alle mura di casa. 

 

Investire nel lavoro a distanza e ibrido 

La rivoluzione del WFH (Working From Home), iniziata solo come esperimento e di diretta conseguenza alla pandemia, ha spinto Salesforce ad acquisire Slack, il software per la collaborazione in team, per la cifra astronomica di 27,7 miliardi di dollari. La società del CRM numero uno al mondo ha dichiarato che l'operazione e l'introduzione di nuove funzionalità della piattaforma sono un investimento nell’ottica di un futuro lavorativo esclusivamente da remoto o ibrido, all'interno di spazi interattivi e immersivi. 

"La giornata lavorativa dalle 9 alle 17 è morta e l'esperienza dei dipendenti va oltre i tavoli da ping-pong e gli snack". 

 

I modelli di lavoro aprono nuovi fronti di sviluppo 

Brent Hyder, Presidente e Chief People Officer di Salesforce, crede che investire in un modello di lavoro da qualsiasi luogo sbloccherà nuove opportunità di crescita.   

"La nostra strategia per i talenti non è più vincolata da barriere come la posizione, quindi possiamo ampliare la nostra ricerca oltre i tradizionali centri urbani e accogliere talenti non sfruttati da nuove comunità e aree geografiche". 

Solo il tempo ci dirà se il mondo del lavoro adotterà definitivamente questo approccio ibrido o se si tornerà ad una totale presenza in ufficio non appena sarà possibile. Nel frattempo, i big della tecnologia come Salesforce si stanno muovendo come se di dubbi non ce ne fossero più. 
 

In questo podcast Stefano Torelli, CTO di Seven IT, spiega come conciliare in smart working, produttività e distanza.  

 

Vuoi saperne di più sui servizi Salesforce? Contatta il partner certificato Seven IT per una consulenza dedicata.